Sezione Umanitaria
___________________________________________________________________________________

Tutto è nato da una "pazzia", quando Gio e Tore sono andati in Nepal per portare una goccia di solidarietà alla popolazione colpita dal terremoto. Durante quel viaggio hanno preso un impegno: sostenere i 210 bambini della Khaniyakharka School situata nel distretto di Nuwakot. Il progetto ha preso la direzione giusta, ci sta concretizzando come un intervento duraturo nel tempo, mirato ad un miglioramento della vita dei bambini e degli abitanti. Abbiamo creato un Fondo pro Nepal nel quale versiamo i frutti del nostro lavoro di sensibilizzazione tramite serate e incontri vari.

La bancarella di Bea

Il progetto umanitario Attraverso i miei occhi cresce e si sviluppa grazie al coinvolgimento e la sensibilità delle persone, nascono e si concretizzano situazioni che fanno riflettere e diventano insegnamenti di vita, soprattutto quando la protagonista è una bambina di 10 anni.
Bea frequenta la quinta elementare, dopo un incontro fatto da Salvatore nella sua scuola sul Nepal e i bambini di Nuwakot è rimasta colpita, di sua iniziativa ha deciso che doveva fare qualcosa per aiutare questi bambini e allora si è messa al lavoro per realizzare oggetti da vendere con la sua bancarella in occasione della Sagra di San Michele di Scandolara Ripa d'Oglio svoltasi domenica 30 settembre. Il risultato è stato sorprendente e si commenta da solo.

Un ringraziamento a Bea e a tutti quelli che l'hanno supportata.

Concerto al Parvum

Da tempo la Scuola Media a indirizzo musicale Paolo Straneo di Alessandria, coordinata dalla Dirigente Paola Minetti, partecipa al nostro progetto umanitario. I ragazzi delle diverse classi hanno incontrato Giorgio, che ha parlato loro del Nepal... creando un gemellaggio simbolico tra i bambini della Khaniyakharka School e i ragazzi italiani.

L'appuntamento è per Venerdì, 18 maggio 2018 alle 20:45 al Teatro Parvum di Via Mazzini, 85 (Alessandria).




Iniziato il sostegno alimentare

Sono arrivate le foto che documentano il primo trasporto dei generi alimentari destinati alla Khaniyakharka School situata nel Nuwakot District, Nepal.

Il "progetto alimentare" di PASSOdopoPASSO è iniziato, assicurerà tutti i giorni il pasto ai 200 bambini. E' una bella sensazione e un grande risultato vedere che, grazie all'impegno dei nostri referenti in Nepal, le attività di sostegno proseguono quotidianamente.

La nostra scuola: la scuola di coloro che ci credono e sostengono il nostro lavoro.


Giorgio & Tore in Nepal

Ogni viaggio umanitario che facciamo ha un programma ben delineato con obiettivi da raggiungere, questo che ci accingiamo a fare è ricco di impegni e altrettante aspettative dalle quali dipenderà lo sviluppo dei progetti che teniamo in serbo per quando la scuola verrà ultimata, secondo la previsione presto.
Allora pronti a muovere, Tore e io abbiamo i borsoni pieni di materiale da consegnare ai bambini e noi siamo carichi di energie per dare il massimo e portare a buon fine i nostri impegni.

Ci sentiamo da Kathmandu. ------------------------------------------- Giorgio & Tore

Leggi il diario di viaggio.

Intervista di Tore a "Ore 12" su Cremona 1

Farsi conoscere e comunicare è importante per arrivare tra la gente, nelle case. Salvatore lo fa così, in modo chiaro e spontaneo con gli occhi che trasmettono emozioni. Questa intervista è un'altra opportunità per rendervi partecipi del cammino verso la solidarietà. Un ringraziamento a Cremona 1 che ci segue e contribuisce a divulgare il nostro operato.

Guarda il video caricato sul canale PASSOdopoPASSO.

Proseguono i lavori alla scuola in Nepal

Nonostante i disagi portati dai forti monsoni di questa estate e la difficoltà di trasportare il materiale lungo la strada sterrata che posta al cantiere della scuola, siamo felici di vedere che il "nostro sogno" si sta concretizzando.




La struttura della "Khaniyakharka School" sta nascendo imponente e di grande consistenza, ci auguriamo che le previsioni della JICA vengano rispettate con l'inaugurazione della nuova scuola prevista per maggio 2018. Proseguiamo il nostro sostegno a 360 gradi con l'auspicio, a lavori ultimati, di avviare il progetto alimentare per garantire il pasto a tutti i 230 bambini.

Dai bambini per i bambini

Grazie all'impegno delle classi 4A e 4B della Scuola primaria Arcangelo Ghisleri di Persico Dosimo, passando attraverso il coinvolgimento delle famiglie si è concretizzato un sogno.

Un gesto importante e concreto che ci fa capire il legame che si è creato tra due realtà distanti sul terreno ma vicine nell'animo.







Calendario solidale

Un'altra importante iniziativa della scuola secondaria di Levata: la realizzazione del calendario 2018 "Attraverso i nostri occhi" voluto dai genitori a ricoscimento del lavoro sorprendente svolto dagli alunni, che hanno ritratto i compagni, durante il laboratorio fotografico che ha permesso loro di avvicinarsi al problema del "bullismo" in modo del tutto nuovo e coinvolgente.
Il ricavato della vendita andrà nel Fondo Pro-Nepal a sostegno della Khaniyakharka School.





Grazie al CAI di Cremona

La Sezione CAI di Cremona continua a sostenere il progetto di solidarietà "Attraverso i miei occhi" a sostegno dei bambini della scuola del distretto di Nuwakot (Nepal).
Il presidente Marco Zavatti consegna il ricavato della raccolta fondi a Salvatore Belluardo dell'associazione PASSOdopoPASSO, grata e riconoscente per la concretezza e la fiducia dimostrata in questi anni.

Attività con i ragazzi di Cremona

Il progetto "Attraverso i miei occhi" arriva alla scuola secondaria di Ostiano (CR).




Le classi quarte della Scuola Primaria "Arcangelo Ghisleri" di Persico Dosimo, in compagnia di Salvatore Belluardo, offrono i biscotti di Santa Lucia a sostegno degli amici di Nuwakot.




Sono diverse le attività in corso con i ragazzi delle scuole di Cremona: lotteria delle mamme, mostra fotografica alla secondaria di Levata.
Nella prima foto, i ragazzi della primaria di Grontardo raccontano agli amici della secondaria di Levata le loro impressioni sulla mostra del Nepal, nell'ambito del Progetto "Continuità".

Stipula di protocollo d'intesa

L'Associazione Onlus "PassodopoPasso" ha stipulato un importante PROTOCOLLO D'INTESA con:
- Istituto Comprensivo "Ugo Foscolo" Vescovato
- Istituto Comprensivo "Cremona Tre" Cremona
- Istituto Comprensivo "Cremona Cinque" Cremona
al fine di promuovere in sinergia, attività didattico/educative volte ad incentivare buone prassi in materia di Cittadinanza e Costituzione ed attivare azioni di supporto concreto per il sostentamento alimentare dei bambini della Khaniyakharka School nel Nuwakot District. Destinatari del Progetto saranno gli alunni delle seguenti scuole:
I.C. Vescovato: Infanzia Grontardo (sez. Grandi), Primaria Grontardo (classi quarte e quinte), Primaria Ca' de' Mari, Secondaria Levata, Secondaria Ostiano (classi seconde)
I.C. Cremona 3: Primaria "Realdo Colombo" (sette classi), Secondaria "Vida" (dieci/dodici classi)
I.C. Cremona 5: Primaria "Manzoni" (otto classi), Primaria di Persico Dosimo.

Concerto del Chorus Sanctii Laurenti

Sabato, 21 ottobre alle ore 20:45 presso il Teatro Parvum in Via Mazzini, 85 - Alessandria.
L'associazione la "Baia degli Angeli" di Alessandria promuove la serata benefica a favore del progetto umanitario "Attraverso i miei occhi" che PASSOdopPASSO sta portando avanti a sostegno dei bambini della "Khaniyakharka School" situata nel Nuwakot District in Nepal. Interventi effettuati sul posto in prima persona dai volontari, "goccia dopo goccia" per dare speranza e un futuro migliore a queste creature dimenticate.
Il coro è formato da un gruppo di persone di tutte le età che hanno in comune la passione per la musica e il canto. Nel 2013 hanno deciso di coltivare, approfondire e migliorare insieme questa passione e, con l'arrivo di professionisti di talento come le maestre Yuko Boverio, Yoko Noda e il maestro Stefano Boverio, il sogno è diventato realtà. In un clima sereno e disteso, ma con molto impegno, si studia e si fa musica, da quella antica a quella contemporanea, con vero divertimento. La maestra Yuko Boverio ha una particolare sensibilità per i ragazzi che entrano a far parte dell'associazione e cerca di valorizzarne sia il talento musicale che strumentale.

PASSOdopoPASSO a scuola

L'inserimento di PASSOdopoPASSO nell'Istituto comprensivo Bassa Valle Scrivia Scuola secondaria di I grado "Riccardo Sineo" di Sale (AL), che da alcuni anni ci ha impegnati in un lavoro di sensibilizzazione del territorio naturalistico, si amplia arrivando fino in Nepal. La finalità di questo progetto è portare un messaggio di solidarietà e di amicizia ai bambini nepalesi della "Khaniyakharka School" situata nel Nuwakot District, per aprire una finestra su un nuovo mondo e stimolare in loro nuovi interessi. Al tempo stesso è importante che i "nostri" bambini e ragazzi colgano l'opportunità di conoscere e vivere gli aspetti culturali, umani ed emozionali di un mondo molto distante e diverso, ma capace di riportarci all'essenza e alla naturalezza.

Nepal: dal 11 al 27 aprile

La squadra di PASSOdopoPASSO è in aeroporto pronta a partire verso il Nepal per affrontare un'altra partita "amichevole" con i bambini della Khaniyakharka School situata nel Nuwakot District.

Il risultato atteso è sempre lo stesso, fare goal e segnare nuovi risultati a favore della scuola che sta nascendo e per migliorare la situazione igienico-sanitaria di questi "avversari indifesi", bisognosi di tutto.

Il progetto di PASSOdopoPASSO chiamato "Attraverso i miei occhi" anche quest'anno vede impegnate tante persone di Alessandria, Cremona, Genova e Sassari, volontari di cui non è importante il nome ma lo spirito e l'impegno professionale di medici, insegnanti, architetti e vigili del fuoco. La squadra si completerà a Kathmandu il 19 aprile con l'arrivo del Dr. Gandolfi e della moglie Augusta che da Alessandria porteranno medicinali e attrezzatura medica.

Il gruppo al completo rientrerà a fine mese.

Leggi il diario del viaggio

Nuovi pieghevoli

Sono pronti i nuovi pieghevoli promozionali del progetto umanitario "Attraverso i miei occhi", un altro strumento per arrivare a far conoscere una realtà che ha tanto bisogno del nostro aiuto.



"Solidarietà nella solidarietà"

In collaborazione con APS Social Domus è nato un incontro tra mondi e realtà molto diverse tra loro, ma che allo stesso tempo sono entrambi di grande rilevanza umanitaria e di attualità, dove il denominatore comune è la disparità tra essere umani che sfocia in disagio e sofferenza.
Questo scambio si concretizza in un travaso culturale, una testimonianza di solidarietà vissuta e raccontata dai volontari di PASSOdopoPASSO, rivolta ad un pubblico che ha bisogno di vedere oltre il proprio complicato e a volte drammatico percorso.


Nasce la sezione umanitaria

Dai monti alle colline per sentieri e mulattiere il percorso ci ha portato molto lontano, fino in Nepal.
Nel 2015, nell'ambito dell'associazione, è nato il progetto di solidarietà "Attraverso i miei occhi" per sostenere i bambini della Khaniyakharka School in Nepal. Tutto questo ha fatto sì che PASSOdopoPASSO aprisse un nuovo capitolo rivolto al sostegno di chi non ha la possibilità di avere un futuro dignitoso, dove povertà e isolamento trovano terreno fertile per i commercianti di essere umani. I viaggi umanitari si sono susseguiti, è arrivato il coinvolgimento e la solidarietà di molte persone che hanno dato il loro contributo per fare crescere il progetto, l'impegno costante e la situazione che si è venuta a delineare ci hanno portato ad un passo importante: la creazione della "Sezione umanitaria" di PASSOdopoPASSO, per dare un'impronta chiara e delineata in questo settore così importante.
La nostra aspettativa è anche quella di avvicinare la "nostra" gente, bambini e ragazzi ad un mondo ricco di umanità, cultura e spiritualità, aprendo una finestra che porta l'aria dalle vette himalayane.

Benin: in missione con CNA Etica Solidale

Monica Dorato, insegnante attiva nella sezione fotografica e umanitaria di PASSOdopoPASSO, dal 23 dicembre 2016 al 6 gennaio 2017 parteciperà alla Missione solidale organizzata da CNA Etica Solidale di Valenza, associazione onlus che ormai da diversi anni si occupa dell'orfanotrofio "Saint Enfant Jesus" situato ad Abomey in Benin. Una nuova prova personale e l'occasione per la nostra associazione di conoscere e valutare opportunità di sviluppo nel settore umanitario.

Auguriamo un buon viaggio a Monica e Paola Ferro, aspettando il loro ritorno per farci raccontare un'esperienza ricca di sentimento e calore umano.

Nepal: "Attraverso i miei occhi"

Dal nostro rientro in poi gli appuntamenti riguardanti il progetto "Attraverso i miei occhi" saranno tanti e di diverso tipo, usare il termine "invito" mi sembra troppo formale preferisco dire che vi aspettiamo.

Grazie... Giorgio & Tore con Greta, Monica, Roberta, Alessio, Bruno, Emilio e Stefano.

Si parte... il Nepal ci aspetta, i bambini ci aspettano con genitori, nonni... tutto il villaggio. Tore ed io avevamo promesso di ritornare e lo stiamo facendo, portando con noi i nostri amici... dottori, insegnanti, fotografi e architetti che vogliono dare una mano offrendo il proprio tempo e la propria professionalità per dare una speranza a quegli occhi che ci stanno aspettando.
Portiamo in Nepal l'amicizia dei bambini delle nostre scuole e la vostra solidarietà... seguiteci giorno dopo giorno... a presto.

Leggi il diario del viaggio

Siamo pronti a muoverci per il secondo atto di un progetto che si sta sviluppando e concretizzando giorno dopo giorno. Un'ambizione importante quella di ricostruire la scuola, fin dal primo momento Gio e Tore si sono sentiti coinvolti, non hanno potuto abbandonare gli sguardi e i sorrisi dei bambini. La "magia" della solidarietà ha fatto il resto, i due compagni di viaggio non sono più soli, il 2 aprile 2016 ripartiranno alla volta del Nepal, forti del sostegno che in questi mesi ha consolidato il Fondo Pro-NEPAL dell'associazione PASSOdopoPASSO e dell'arricchimento portato dal gemellaggio tra la scuola di Khaniyakharka, gli istituti Carducci-Vochieri e Straneo di Alessandria e le scuole di Cremona.
In questo nuovo viaggio porteranno un bagaglio prezioso, il sostegno della gente, l'appoggio di Enti e delle Amministrazioni del nostro paese. Dall'Italia, dalle città di Alessandria, Cremona e Genova partirà un team formato da 9 persone, con competenze specifiche: medici, fotografi, insegnanti, architetti e manager di PASSOdopoPASSO, svolgeranno attività diversificate tutte mirate a consolidare l'impegno preso con i bambini e gli abitanti del villaggio.

Il Nepal arriva nelle nostre scuole

Portare un messaggio di solidarietà e amicizia ai bambini nepalesi della "Khaniyakharta School", per aprire una finestra su un nuovo mondo e stimolare in loro nuovi interessi, dopo la tragedia del terremoto. Con queste parole è stato presentato il progetto "Attraverso i miei occhi", che sancisce un ideale gemellaggio fra le scuole italiane e quella nepalese. L'iniziativa è stata promossa da PASSOdopoPASSO, che ha deciso, fin dai primi momenti del disastroso sisma, di portare solidarietà alla popolazione di quel lontano e pacifico paese. I dirigenti e i docenti hanno accolto con grande interesse la proposta ed hanno subito sottoscritto la loro adesione al gemellaggio, che coinvolge una rete di scuole tra Alessandria, Acqui e Cremona, attraverso l'elaborazione di presentazioni in power-point i nostri allievi dovranno creare uno strumento di comunicazione con i loro coetanei nepalesi, nel quale rappresenteranno una "panoramica" del nostro territorio, della loro quotidiana vita scolastica e delle attività svolte. L'obiettivo che il progetto si propone sarà quello di contenere aspetti culturali di interesse generale, nonchè di trasmettere ai giovani allievi nepalesi sensazioni positive per motivarli all'impegno per un cambiamento migliorativo del loro futuro. L'aspetto delicato sta nel riuscire ad accendere interesse, evitando termini di paragone diretti tra la nostra realtà di vita e la loro, per far sì che non sorgano malumori o invidie verso un modello di vita che già rincorrono inconsciamente.

Attraverso i miei occhi... continua

Anche a distanza, PASSOdopoPASSO continua gli interventi di solidarietà in Nepal, presso la scuola di Nuwakot.
Sono state realizzate le divise per i bambini che mancavano e sono state consegnate le cinture che sulla fibbia riportano parole di amicizia nei nostri confronti. Il percorso è lungo e tortuoso ma proseguiamo senza indugiare "passo dopo passo".

Nepal: Attraverso i miei occhi

Il viaggio umanitario compiuto in Nepal da Giorgio e Tore è servito a "vedere le cose da un punto di vista diverso", il post terremoto vissuto in prima persona, tra la gente, a contatto della povertà e della miseria di un popolo dalla semplicità disarmante. PASSOdopoPASSO ha iniziato un nuovo percorso di solidarietà, con uno scopo nobile e concreto, che lascia un segno fuori e dentro di noi. In Nepal, è stato tracciato un solco che va seminato e irrigato perchè possa dare i suoi frutti, abbiamo bisogno di persone che ci credano, partecipino e aiutino a costruire il futuro dei bambini della Khaniyakharka School situata nel Nuwakot District.

"Attraverso i miei occhi" vuol dire conoscere, vedere e capire tutti insieme un mondo diverso che ci può dare tanto, ma che allo stesso tempo ha bisogno di molto sostegno per non scomparire nella miseria.

Abbiamo portato a casa dal Nepal cento collane di preghiera: una per una sono il simbolo del nostro progetto ma unite tutte insieme formano la catena della vostra solidarietà. Potete avere la collana di preghiera con un'offerta di 15 euro. Il ricavato servirà a sostenere il progetto di ricostruzione della scuola... aiutateci ad aiutarli.

GIORNO dopo GIORNO il viaggio in Nepal

Andiamo in Nepal a portare aiuto e sostegno

Partiremo il 29 giugno dall'Italia con destinazione Kathmandu, capitale del Nepal. In un primo momento troveremo ospitalità presso la "Rarahil Memorial School", che si trova a Kirtipur, una cittadina poco lontana da Kathmandu. Questa struttura si può definire una base italiana, voluta e realizzata grazie all'impegno dell'alpinista Fausto De Stefanis. Dai contatti che abbiamo instaurato e dalle informazioni raccolte ci siamo fatti il quadro di una situazione drammatica causata dall'evento sismico ma resa ancora più difficile dalla cattiva gestione dei soccorsi e degli aiuti, portata avanti dal governo nepalese, con in più anche l'aggravante della delinquenza locale. La nostra intenzione è quella di operare autonomamente basandoci sulle indicazioni dei referenti che abbiamo sul posto, provvedendo all'acquisto di farmaci e generi di prima necessità che distribuiremo capillarmente. Vogliamo spostarci verso le montagne per capire la situazione e portare la nostra "goccia" alle persone che abitano delle zone che sono state più colpite, puntiamo al villaggio di Thame che si trova nelle valle del Kumbu e nel Langtang. Il periodo monsonico a cui andremo incontro non agevolerà il nostro viaggio. Il nostro vuole essere un viaggio di solidarietà per avere un primo contatto che ci servirà per portare avanti iniziative future sempre più mirate.

Non sappiamo ancora cosa ci aspetta ma faremo del nostro meglio per ricambiare la fiducia di tutti coloro che ci hanno sostenuto con il proprio contributo.

Leggi il DIARIO di VIAGGIO