Home| Resoconti|

>>>vai alla galleria di foto

OJOS DEL SALADO 2016

25/12 - Oggi inizia l'avventura del Cile con la mia partenza, tra un paio di giorni arriveranno anche Tore e Greta... ci vediamo a Santiago!!

26/12 - Qui Santiago, il volo è andato bene... anche se in dogana a Santiago non sono tanto piaciuti i miei 2 kg di formaggio grana. Chissà perchè poi? La signora dell'albergo si è presa pietà e pur avendo prenotato una camera singola nella quale non entravo con i borsoni, mi ha dato una doppia. Sopralluogo alla "Rent a car" dove dopodomani prendiamo i fuoristrada, la prenotazione è ok.. ma dei due Toyota Hilux neanche l'ombra, mi hanno detto che arriveranno quelli o similari... mah. Devo aver sbagliato qualche cosa uscendo col piumino: fa molto caldo, da bermuda e ciabatte...

27/12 - Santiago: essendo domenica mattina la periferia della capitale è semideserta, tutto e tutti si concentrano nei polmoni verdi per fare attività fisica e relax. Di per sè la città non è niente di eccezionale, palazzi e strade parallele da grande metropoli, ma trovo molto senso civico, pulizia e ordine. Veramente un bellissimo equilibrio tra il capoluogo e le persone che ci vivono. Riconfiguro i bagagli pronti per essere caricati sul fuoristrada, domani mattina arrivano Tore, Greta e gli altri inizia il vero viaggio. Ci attendono circa 900 km. verso Nord e la città di Copiapò, sarà dura arrivare per domani sera, considerando che non riusciremo a partire presto e tenendo anche conto delle tempistiche per disporre dei fuoristrada pronti a muovere.

28/12 - Donna avventura prosegue il viaggio... non lasciatevi ingannare dalle apparenze, siamo noi. Questa mattina alle 9 ero sugli scalini dell'albergo ad aspettare i miei compagni di viaggio, alle 11, col culo piatto, ricevo un messaggio: "arrivati ora... volo in ritardo"; alle 12 ne ricevo un altro: "non è arrivato il bidone con il materiale di Tore". Niente da fare :-( proprio non è arrivato, così decidiamo di partire ugualmente, al "Rent a car" ritiriamo 2 Nissan PickUp nuove di pacca con 20 km, rosse fiammanti modello "Donna Avventura". Ci mettiamo in strada tardissimo alle 16, imbocchiamo la A5 e percorriamo più km possibili, poi la stanchezza del viaggio in aereo affrontato dai nuovi arrivati si fa sentire, ci fermiamo a Los Villos, paesino sull'Atlantico. Troviamo una sistemazione in bungalow, il posto è molto accogliente... il classico villaggio sul mare per turisti di passaggio. Cena a base di cibo locale e poi tutti a nanna!!

29/12 - Dopo una nottata di riposo lasciamo Los Villos alle 9, è inutile illudersi, ormai siamo indietro di un giorno rispetto al programma prestabilito, nessun problema. Riprendiamo la A5 direzione Nord verso Copiapò (580 km), la strada è scorrevole, un serpentone che sale e scende le alture, il tempo è nuvoloso. Una breve pausa per un boccone e nel primo pomeriggio arriviamo a destinazione, ci sono da sbrigare molte cose: i permessi per la salita alla montagna, la spesa al supermercato, le taniche di gasolio, la fune da traino, le taniche per l'acqua (300 lt.) e soprattutto predisporre i carichi in modo corretto e sicuro, lo scuotimento del deserto logora ogni materiale. Finiamo la giornata sui gomiti che sono già passate le 2 e mezza di notte per essere pronti dopo poche ore ad entrare in quella che sarà la nostra casa per 10 giorni: il "Deserto di Atacama". Ahimè... per le comunicazioni potremo contare solo sul telefono satellitare che abbiamo portato dall'Italia, perciò finiranno le relazioni giornaliere in cambio di sole informazioni di posizione.

31/12 - Aggiornamento via satellitare:
ieri siamo arrivati a Laguna Santa Rosa, ci fermiamo oggi e domani per fare acclimatamento sulle montagne qua intorno.

02/01 - Tutto bene... oggi ci stiamo spostando da Laguna Santa Rosa a Laguna Verde. Ieri abbiamo fatto la salita sui 5090 mt del Cerro Pastillo per continuare l'acclimatamento. Il tempo è bello, ma nel primo pomeriggio arriva sempre un vento fortissimo. E se vi state chiedendo che fine ha fatto il bidone di Tore... non ne sappiamo ancora nulla, ma per fortuna l'essenziale per la spedizione era nel borsone che è stato recuperato, anche se ha dovuto comprare qualcosa prima di partire.

03/01 - La giornata di oggi è stata dedicata all'acclimatamento con la salita fino ai 5600 mt del Cerro Mulas Muertas... stiamo bene e tutto sta procedendo come da programma, al pomeriggio sale un vento fortissimo ma il tempo tiene.

05/01 - Ieri spostamento dal rifugio Lucero al rifugio Atacama a 5350 mt siamo rimasti in tre. Salita al rifugio Tejos 5836 mt per acclimatarci... tutto bene. Siamo rimasti gli unici sulla montagna, anche l'ultima guida con cliente sono andati via.

08/01 - Ojos... OLE'
la spedizione di PASSOdopoPASSO partita il 25 dicembre ha avuto successo e ieri alle 13 (ora cilena) Greta, Tore ed io raggiungevamo la vetta principale del vulcano.

09/01 - Una notte in un vero letto ci voleva, come anche la colazione al bar sulla strada e poi via a sbrigare a ritrovo le faccende che abbiamo messo insieme al nostro arrivo. Riconsegniamo le taniche d'acqua ancora piene e portiamo le scatole di provviste avanzate ai Vigili del Fuoco locali che ci hanno dato un grosso aiuto. Cerchiamo un barbiere per accorciare il pelo visto anche il caldo della pianura e ci organizziamo per i prossimi giorni che impegneremo sui 900 km verso Santiago. Una lavata al Nissan ci è costata più della notte in albergo per tre persone. Scopriamo che Copiapò non è poi così male, la città dei minatori offre molte opportunità in fatto di accoglienza e ristorazione, l'atmosfera è quella del Sud America... olè!!

10/01 - Lasciamo Copiapò in direzione Sud, vogliamo tentare di arrivare a Valparaiso che si trova sul mare all'altezza di Santiago, una sola sosta per il pranzo in una posada e verso sera dopo 900 km ci ritroviamo a destinazione. Questa località di mare si presenta diversa dall'idea che ci eravamo fatti leggendo le guide turistiche. Avete presente Genova? Ecco, quasi uguale... qualche palazzo ed edifici storici in meno, in cambio di abitazioni a palafitta colorate che rallegrano le pendici scoscese della montagna. Trovare da dormire in città senza ricadere nel solito hotel è praticamente impossibile, così attraversiamo tutto il litorale che costeggia la città e arriviamo in un posto chiamato "Laguna Verde", dove troviamo sistemazione in una zona in riva al mare fatta di baracche. La nostra strutturalmente non è poi così male, peccato che all'interno troviamo l'immondizia dei precedenti ospiti e le lenzuola ci salutano... buona notte!!

11/01 - Colazione a base di pane e formaggio nel primo negozietto che apre la serranda, poi ci dirigiamo verso il centro di Valparaiso per andare a vedere la casa di Pablo Neruda, che purtroppo troviamo chiusa e i murales che abbeliscono gran parte della città. Decidiamo di lasciare il pick-up nel parcheggio davanti ad una delle tante caserme dei Vigili del Fuoco, che andiamo a conoscere come al solito, e poi a piedi raggiungiamo il mercato. Questo posto ha un fascino particolare, per l'atmosfera, i colori e gli odori, al primo piano ci sono localini tipici e molto economici che cucinano quello che viene venduto sotto, logicamente ne approfittiamo. La nostra nuova destinazione pomeridiana è la valle di montagna vicino a Santiago, che si chiama Cajo'n del Maipo, la zona è molto turistica e curata, le strutture ricettive sono ben tenute e costose, troviamo comunque una sistemazione spartana in una casetta in legno inserita in un complesso molto grande.

12/01 - Risaliamo in auto la Cajo'n del Maipo, arrivando dove le montagne si innalzano e sono ricoperte di neve, qui troviamo delle fonti termali all'aperto che attirano Greta e Tore. Inizia la discesa verso Santiago, ormai anche la parte turistica del nostro viaggio volge alla fine... questa sera partiamo. Allora ci consoliamo con un Nutella party sul cassone del pick-up. A Santiago troviamo sistemazione al solito Residencial Universitaria, dove troviamo il bidone di Tore (EUREKA!!) ad attenderci. Riconsegniamo il fuoristrada al Rent-a-car per essere disimpegnati e liberi di muoverci a piedi per la città.

13/01 - Abbiamo passato la giornata in giro per Santiago, visitando anche il mercato. La mente si sta già riconfigurando, pensando al rientro e a tutti gli impegni che ci attendono a casa. Questa sera si parte... destinazione Miami e poi Milano Malpensa.

15/01 - Rientro in Italia... OLE'