Ogni viaggio ha le sue aspettative: divertirsi, godersi il territorio e la gente, andare per montagne, ecc.ecc. in quest'occasione l'obiettivo del nostro gruppo sarà di fare più esperienze possibili.
Nel programma di viaggio, oltre al trekking iniziale di 9 gg da Rupse a Korzok, lasciamo aperte molte possibilità da definire sul momento, tra le alternative prese in considerazione a tavolino, anche per il fatto che non è ancora molto chiara la situazione dei permessi per salire sulle montagne, perciò non abbiamo potuto concentrarci su mete ben precise se non quella di vivere una bella avventura.

_____________________________________________________________ Giorgio

GIORNO dopo GIORNO, diario di viaggio
_ _________________________________________________________________________________

TREDICESIMO giorno di viaggio

Archiviato il trekking.
Da Korzok al campo base del Mentok.

Non abbiamo novità da qualche giorno, quindi posso basarmi solo sul programma. Nemmeno Stobgais ci ha mandato qualche news e allora come dicevamo i nonni: "nessuna nuova, buona nuova". Oggi dovvrebbero aver lasciato Korzok, il villaggio che li ha accolti ieri alla conclusione del trekking per trasferirsi con rinnovate energie ed entusiasmo al campo base del Mentok Kangry montagna di 6210 metri. Incrociamo le dita... e speriamo domani di ricevere buone notizie.

DODICESIMO giorno di viaggio

Conclusione del trekking.
Da Gyamar (4800 mt) a Korzok (4540 mt).

Giorgio, Greta, Tore e Roberta sono arrivati alla fine del trekking dopo aver oltrepassato l'ultimo colle, finalmente sono scesi un po' di quota percorrendo la vallata che si allarga sempre più fino al fondovalle sulle rive del Lago di Tso Moriri, circondato da bianche vette. La minor altitudine permette al fisico di riossigenarci e di ritemprarsi dalle fatiche degli ultimi giorni, solo oggi hanno percorso 18 km in 5/6 ore. Korzok è un villaggio di discrete dimensioni con un grosso gompa (monastero), vari alberghetti e campi attrezzati per i turisti che arrivano da Leh e per gli alpinisti che fanno tappa prima di salire al campo base del Mentok.

UNDICESIMO giorno di viaggio

Continua il trekking.
Da Rajung Karu (4650 mt) a Gyamar (4800 mt).

E anche il sesto giorno è andato... ormai manca solo più un colle per arrivare alla fine del trekking ovvero a Korzok. La tappa di oggi è lunga e impegnativa fisicamente... il gruppo aveva ben due colli da superare sempre ad alta quota con poche difficoltà tecniche ma con un lungo cammino davanti, seguendo la traccia sul sentiero hanno percorso almeno 20 km in un tempo di circa 7 ore. Ieri ho chiesto notizie a Stobgais: mi ha rassicurato sul fatto che tutto sta procedendo bene.

Ciao Paola, Today the would be stayed on Gyama Barma camping site the elevation is so high on Changthang plateo 4950 mtr from sea level, tomorrow on 27th August I am leaving towards Tsomoriri Korzok Photo, we can meet at Korzok phoo alongwith Climbing Guide.

DECIMO giorno di viaggio

Continua il trekking.
Da Nuruchan (4350 mt) a Rajung Karu (4650 mt).

Giorgio, Tore, Greta e Roberta sono arrivati al quinto giorno di trekking, oggi hanno in programma di salire il quarto colle, un impegno di media difficoltà per aggiungere circa 300 metri di dislivello al loro bagaglio. Percorreranno una bel sentiero quasi pianeggiante attraverso pascoli e pratoni per arrivare al campo di Rajung, che ospita una grande comunità di nomadi dediti all'allevamento di pecore, capre oppure yak. Percorreranno circa 12 km in 4 ore prima di raggiungere la meta della giornata.

NONO giorno di viaggio

Continua il trekking.
Da Pongunaga (4300 mt) a Nuruchan (4350 mt).

Quarto giorno... il trekking procede, colle dopo colle... in silenzio come da programma, la tappa di oggi è poco impegnativa, con solo 50 metri di dislivello: inizia dal Lago Tso Kar e prosegue senza particolari difficoltà lungo una pista da fuoristrada, un tratto semi pianeggiante che conduce al villaggio di Nuruchan. Percorreranno circa 18 km in 5 ore prima di accamparsi per la notte.

OTTAVO giorno di viaggio

Continua il trekking.
Da Tisaling (4700 mt) a Pongunaga (4300 mt).

Siamo al terzo giorno di trekking, un giorno di silenzio... come da programma, che li porterà a percorrere circa 22 km salendo al passo di Shibuk La quasi a 5000 mt. Facendo un conto puramente numerico, sembra che la tappa sia di medio impegno, sono sempre sopra i quattromila metri di quota e quindi faticoso, ma sono scesi di 400 metri e questo conta. Alla fine del sentiero arriveranno sulle rive dello Tso Kar, un bellissimo lago salato circondato da un paesaggio desertico, quasi lunare che li ripagherà delle 6 ore di cammino per arrivarci. Buoni passi ragazzi!!

SETTIMO giorno di viaggio

Continua il trekking.
Da Kyamar (4100 mt) a Tisaling (4700).

Siamo al secondo giorno di trekking e nonostante l'assenza di segnale cellulare che ci aspettavamo, abbiamo ricevuto notizie tramite Stobgais sempre premuroso e affidabile: tutto procede bene, il trekking è impegnativo, Giorgio Tore Greta e Roberta sono sempre sopra i 4000 mt di altitudine e hanno superato altri 600 metri di quota. In più il nostro amico ci ha spedito tramite facebook anche un paio di foto che trovate qui a lato, dove si vede tutta la squadra al completo.

SESTO giorno di viaggio

Destinazione: Rupse (o Rumtse).
Inizia il trekking.

Questa mattina appena dopo colazione la jeep è andata a prendere Giorgio e gli altri per portarli a Rumtse, un piccolo villaggio, che è il punto di partenza per il trekking che li porterà ad attraversare la Valle di Rumshu, colle dopo colle rimanendo costantemente sopra i 4000 mt di altitudine, quindi almeno un migliaio in più della già discreta altezza di Leh (3500 mt). Arrivati al villaggio, inizieranno la prima tappa da Rupse a Kyamar Chorten Sumdo a 4100 mt di quota.

QUINTO giorno di viaggio

Giornata di riposo e acclimatamento.
Domani in partenza per Rupse.

Poche ore fa, è arrivata una mail di Giorgio che ci informa del programma dei prossimi giorni e anche qualche foto che pubblico a lato. Domani mattina presto una macchina li porterà a Rumtse dove inizierà il trekking vero e proprio. Dopo aver risolto un inconveniente con il bagaglio di Roberta, hanno verificato tutta l'attrezzatura in modo da essere ben sistemati sempre con il costante aiuto di Stobgais. E poi... un bel giretto per gli splendidi monasteri situati nei dintorni di Leh... buona avventura ragazzi!!

QUARTO giorno di viaggio

Giorgio, Greta e Tore sono arrivati a Leh.
Tutti insieme alla guest house.

Dopo più di due giorni di viaggio, questa mattina alle 7 ore locali, anche Giorgio, Greta e Tore sono arrivati a Leh, dove c'era Stobgais ad attenderli... un appoggio prezioso che li ha accolti e accompagnati alla guest house, qui c'era già Roberta arrivata ieri mattina. Hanno trascorso una giornata di riposo e questa sera si sono incontrati con Stobgais per organizzare gli spostamenti dei prossimi giorni.

TERZO giorno di viaggio

Giorgio, Greta e Tore sono ancora a Nuova Delhi.
Roberta in arrivo a Leh.

Giorgio, Greta e Tore sono ancora a Nuova Delhi... arriveranno a Leh, domani mattina alle 7 ora locale (il fuso orario è di 3,5 ore in più rispetto all'Italia), diciamolo pure... se la stanno prendendo comoda per fare un po' i turisti in giro per la capitale. Roberta invece secondo il programma è già a Leh... e domani mattina si troveranno tutti alla guest house che li ospiterà per questi giorni di acclimatamento prima del trekking.

SECONDO giorno di viaggio

Giorgio, Greta e Tore sono a Nuova Delhi.
Roberta in partenza da Genova.

Giorgio, Greta e Tore sono arrivati a Nuova Delhi. Sappiamo già dall'esperienza dello scorso anno che i cellulari in Ladakh sono inutili perchè non funzionano e perciò dovremo far affidamento sugli Internet Point, ma oggi sono ancora in viaggio e stanno facendo tappa a Nuova Delhi, la capitale dell'India e poi un volo interno li porterà a Leh, in Ladakh. Mentre per Roberta il viaggio inizia oggi da Genova.

PRIMO giorno di viaggio

Giorgio, Greta e Tore in aeroporto a Malpensa.
Roberta, in partenza domani, li raggiungerà a Leh.

Inizia oggi l'avventura del LADAKH Trekking Peaks 2014 per Giorgio, Tore e Greta che si sono trovati all'aeroporto di Malpensa, la genovese Roberta quarta componente del gruppo li raggiungerà domani via nave, sulle orme di Cristoforo Colombo... ma nooooo sto scherzando arriverà anche lei in aereo e si troveranno direttamente a Leh, capitale del Ladakh dove verranno accolti da Stobgais.