Il percorso di 440 km da Ventimiglia a Ceparana


GIORNO dopo GIORNO, diario del trekking
_ _________________________________________________________________________________

ULTIMO GIORNO DI TREKKING

Finalmente a Ceparana.
Ultimi 25 km in 5 ore.

Oggi si conclude il trekking con l'ultima tappa: l'arrivo a Ceparana nel primo pomeriggio.
"Tirando le somme a caldo, si può sicuramente affermare che è stata una bella esperienza con la soddisfazione di aver svolto tutto in base alle aspettative che mi ero prefissato: arrivare ad un buon allenamento e insieme avere il tempo per godermi il territorio. Un saluto a tutti e un ringraziamento a quanti mi hanno seguito giorno dopo giorno." -------------------------------------- Alla prossima, Giorgio

DODICESIMO GIORNO DI TREKKING

Arrivato al Passo dei Casoni.
30 km in 7 ore di cammino.

Dopo il brutto tempo di ieri, è tornato a splendere un bel sole che ha consentito a Giorgio di mettersi in cammino verso la penultima tappa di 30 km, percorsi in tutta tranquillità, per arrivare al Passo dei Casoni. Sul suo cammino ha trovato dei cavalli al pascolo, ma soprattutto ha incontrato un ragazzo della zona di Ceparana che sapeva del passaggio di Gio e voleva incontrarlo per avere informazioni sul trekking, in modo da potersi allenare al meglio per emulare la sua esperienza.
Domani più o meno all'ora di pranzo Giorgio arriverà a Ceparana, al termine dei 440 km e del suo impegnativo trekking. Vi aspettiamo all'arrivo!!

UNDICESIMO GIORNO DI TREKKING

Trovato rifugio al Passo di Cento Croci.
47 km in 11 ore di cammino.

Giornata molto impegnativa: invece del caldo che ha caratterizzato i giorni scorsi, oggi vento e pioggia, con le cime immerse nelle nuvole. Il clima è molto freddo e il brutto tempo è troppo persino per i lupi, infatti Giorgio non ne incontra nemmeno uno, anzi non ha proprio incontrato anima viva in tutto il giorno.
Mancano ancora pochi km all'arrivo a Ceparana, circa una sessantina. Se tutto andrà come ci aspettiamo, dovrebbe arrivare in un paio di giorni. Dopo l'inclemenza del tempo finalmente Gio ha trovato rifugio al Passo di Cento Croci: speriamo che domani il tempo migliori e gli consenta di poter proseguire verso l'arrivo.

DECIMO GIORNO DI TREKKING

Cammino fino al Passo delle Lame.
42 km in 11 ore di marcia continua.

Oggi Giorgio ha affrontato una tappa lunga, di ben 42 km, che hanno richiesto 11 ore di cammino continuo. Tragitto difficoltoso per gli accentuati dislivelli, che prevedevano tra l'alto il Monte Ramaceto a quota 1345 metri: siamo di nuovo in una zona di vera montagna, all'imbocco della Val D'Aveto. Dopo l'alleggerimento dello zaino effettuato ieri con l'eliminazione del materassino e del sacco bivacco, si è reso necessario anche il ri-bilanciamento del peso con lo spostamento in posizione anteriori delle borracce.
Il clima è ancora molto caldo e la zona è sempre priva di fontane. Nell'ultima parte del cammino, Giorgio ha avuto un incontro ravvicinato con una coppia rara... un paio di escursionisti locali che si aggiravano spaesati per i monti circostanti.

NONO GIORNO DI TREKKING

Fino al Passo della Scoffera.
22 km in 7 ore di cammino.

Tappa breve di soli 22 km per permettermi di raggiungerlo agevolmente (o quasi) al Passo della Scoffera con il rifornimento di cibo e vestiti puliti e anche per effettuare il cambio delle cartine, in modo da essere pronto per le ultime tappe. Il tempo si mantiene sempre bello e sempre caldo troppo caldo, soprattutto quando cammini per così tante ore sotto il sole... certamente l'abbronzatura non gli manca. Anche oggi, come nei giorni scorsi, Gio ha compiuto il suo tragitto da solo, senza incontrare anima viva.

OTTAVO GIORNO DI TREKKING

Arrivo al Passo dei Giovi.
40 km in 9 ore di cammino.

Il tragitto di oggi è lungo la parte di Alta Via più vicina a casa, più vicino ad Alessandria, si attraversa Piani di Praglia, camminando in "vista" di un'altra presenza molto familiare: il profilo del Monte Tobbio. Il tempo è bello ma soprattutto caldo, con una temperatura di oltre 30 gradi che rende ancora più pesante la marcia verso il Passo dei Giovi. Sul percorso nemmeno il refrigerio gocciolante di una fontana, cosò Giorgio arriva al rifugio "cotto a puntino" e piuttosto disidratato. Solo nell'ultima parte del cammino, un forte temporale mitiga il disagio.

SETTIMO GIORNO DI TREKKING

Ancora di Colle in Colle: dal Giovo al Turchino.
In 7 ore percorsi altri 32 km.

Oggi Giorgio è un po' fiacco, sta pagando la fatica accumulata con le tirate dei giorni scorsi. La zona appena attraversata non è molto servita dal punto di vista delle strutture ricettive e questo lo ha portato a dover compiere lunghe tappe per poter arrivare ad un rifugio ogni sera.
Il tempo è bello e il percorso corre sempre "vista mare" a strapiombo sulla costa sottostante. Ha praticamente raggiunto Genova e oltrepassato la metà del trekking. Il percorso è sempre solitario, in tutti i 200 km percorsi Giorgio non ha mai diviso il sentiero con altre persone, non si può certo dire che ci sia traffico!!

I giorni precedenti>>>