"Mostra fotografica che vuole essere un contributo alla sua salvaguardia e una spinta significativa alla valorizzazione dei suoi edifici storici."


44° 55' 14;45'' N - 8° 30' 25,3'' E
CITTADELLA Una fortezza da difendere
_ _________________________________________________________________________________

Nel contesto delle attività associative di PASSOdopoPASSO, grazie alle valide competenze di alcuni soci e frequentatori, è nata l'idea di sviluppare un progetto fotografico su una tematica predominante del territorio, che assecondasse i propri gusti ma che nel contempo potesse riscuotere il massimo interesse tra la cittadinanza. La scelta è spontaneamente caduta su uno dei più interessanti monumenti storici cittadini "La Cittadella di Alessandria", valutazione felicemente confermata dalla crescente visibilità e dai recenti riconoscimenti attribuiti alla stessa. La Cittadella è stata il soggetto di una campagna fotografica importante, nata con l'intento di coglierne gli aspetti nascosti e particolari, in modo da dare un giusto contributo alla sua salvaguardia e una spinta significativa alla valorizzazione dei suoi edifici storici. Su queste aspettative ha prenso vita il progetto:

44° 55' 14;45'' N - 8° 30' 25,3'' E - CITTADELLA Una fortezza da difendere

Un lavoro lungo e complesso, fatto di numerosi sopraluoghi e sedute fotografiche svolte in condizioni climatiche diverse e scandite dal passaggio delle stagioni. I realizzatori del progetto sono 6 fotografi alessandrini: Bruno Appiani, Nunzio Dirutigliano, Monica Dorato, Maria Maggi, Valter Ravera, Erminio Vanzan che hanno saputo confrontarsi e organizzarsi in modo ottimale per arrivare ad ottenere il massimo risultato possibile. Nel totale sono stati eseguiti oltre un migliaio di scatti fotografici in formato digitale e dopo la revisione critica/tecnica di tutto il materiale a disposizione sono state selezionate quasi un centinaio d'immagini che a loro volta serviranno da bacino per estrapolare il materiale da utilizzare per la mostra fotografica che si terrà dal 15 al 29 novembre.

L'inaugurazione avverrà Venerdì, 15 novembre alle ore 18.30 presso i locali della Biblioteca Comunale situata in Piazza Vittorio Veneto ad Alessandria. Al termine dell'inaugurazione verrà offerto un rinfresco a carico dell'associazione PASSOdopoPASSO.
La Cittadella, patrimonio alessandrino che costituisce uno dei più grandiosi e longevi monumenti europei di fortificazione permanente del XVIII secolo, testimone dei corsi e ricorsi della storia in momenti di pace e di guerra racchiude in sè la vita delle generazioni che ci hanno radicato sul territorio col sacrificio. Con questa mostra e con le sue iniziative collaterali vogliamo portare simbolicamente questo inestimabile monumento di "vita" di ieri e di oggi dentro la città, al contatto della gente, per sensibilizzare e fare riemergere l'amore e l'orgoglio verso il passato e prospettarne così un futuro ricco di valori.

Come iniziativa collaterale all'inaugurazione è stato organizzato il trasporto della "Prima bandiera tricolore d'Italia" che sventolò per la prima volta sulla Cittadella nel 1821, messa a disposizione dall'Associazione Nazionale Bersaglieri Sez. E.Franchini di Alessandria, che verrà portata dalla Campionessa Mondiale Valeria Straneo accompagnata da un drappello di Bersaglieri dell'Associazione Nazionale Sezioni di Alessandria, Quattordio e Valenza e da due membri dell'associazione PASSOdopoPASSO.

Alle ore 17.45 circa è prevista la partenza del drappello di circa 5 unità che partendo dalla Cittadella, di corsa scortato dalla Polizia Municipale raggiungerà la Biblioteca per le ore 18.30 per il taglio del nastro inaugurale della mostra, attraverso il seguente itinerario: Ponte Tiziano, Corso Crimea, Corso Roma, Piazzetta della Lega,Via dei Martiri, Piazza Libertà, Via Parma, Via Tripoli, Piazza Vittorio Veneto. Prima di entrare in Corso Roma ci sarà un rinfoltimento del drappello di circa 20/25 unità di Bersaglieri. Il percorso proposto è stato valutato per dare la massima visibilità all'iniziativa e per creare un momento di spettacolarità e folklore in ambito cittadino. Riteniamo che la partecipazione della Campionessa Mondiale Valeria Straneo e dei Bersaglieri delle Sezioni di Alessandria, Quattordio e Valenza siano un motivo di vanto e di richiamo collettivo per al quale vale la pena dare il massimo risalto.

Ci saranno due momenti fondamentali:
1) Alle ore 18.00 raggiunta Piazzetta della Lega il drappello si fermerà nei pressi dell'obelisco dedicato ai caduti dove ci sarà un momento di commemorazione svolto dalla Prof.ssa Carla Moruzzi Bolloli (Istituto del Risorgimento Alessandria/Asti) e da "Il Silenzio" suonato dalla tromba di un Bersagliere. Il drappello proseguirà al passo per dare l'opportunità a tutto il pubblico presente di unirsi e proseguire congiuntamente fino in Piazza Vittorio Veneto/Biblioteca.
2) Alle ore 18.30 arrivo del drappello in Piazza Vittorio Veneto/Biblioteca dove verrà ricevuto dalle Autorità e dal pubblico con la consegna di riconoscimenti alla Campionessa Valeria Straneo e ai Bersaglieri svolta nella saletta conferenze della biblioteca. Si darà corso all'inaugurazione della mostra.

Per tutta la durata dell'evento verrà svolta una diretta da parte dell'emittente Radio Voce Spazio che sarà presente sul posto con idonea attrezzatura per diffondere musica consona alla circostanza e trasmetterà in diretta le fasi salienti.

Con la mostra auspichiamo di realizzare un evento che porti visibilità e sensibilizzazione dei cittadini, degli enti e dell'opinione pubblica in genere sullo stato attuale della Cittadella. L'intento profondo è quello di trasmettere con immagini fotografiche dettagliate e precise l'importanza e il pregio di un'opera architettonica unica nel suo genere, ma al tempo stesso marcarne con occhio artistico i risvolti in degrado. Rappresentare con le immagini e trasportare in una mostra gli angoli nascosti di questi luoghi vuole dire rendere importanti i dettagli che magari possono sfuggire all'occhio comune, è un modo per documentare e monitorare nel tempo la situazione, per avviare un volano formato da diverse realtà tutte rivolte alla valorizzazione e alla "difesa della fortezza". Non a caso si è preferito collocare la mostra nella Biblioteca Civica di Alessandria sia per motivi di prestigio che di aspettative in numero di visitatori, ma anche con la volontà di rappresentare una trasposizione fisica della fortezza nel centro stesso, nel cuore delle attività quotidiane e ricreative. Un patto simbolico di unione e tutela per far sì che tutti si sentano ancora più profondamente legati ad un bene comune indiscutibile, che offre molto ma che potrebbe dare ancora di più.

La Cittadella rappresenta un monumento storico di pregevole importanza, che dall'abbandono delle Forze Armate non ha più trovato la tutela che merita, al suo interno la storia ha fatto il suo lungo corso, i locali le mura e i cimeli parlano chiaro. E' ora di dare la svolta e passare dal decadimento al restauro di questa "stella" nazionale che si trova nella nostra città, esportando e valorizzando la sua immagine con una mostra fotografica che potrà trovare spazi e riscontri su tutto il territorio nazionale e soprattutto in quei posti dove la storia si interseca con realtà storiche simili.





_